allora sì, pino daniele

Lunedì,
mi lasciasti
in quell’angolo così
gli occhi fissi sulle tue
parole
non ti serbo rancore ora.
Lunedì,
mi tenevi stretto
fra i libri di scuola
fra i palazzi vecchi di questa
città
che mi dà emozione
ancora.
E allora sì
che vale ‘a pena
e vivere e suffri’
e allora sì
che vale ‘a pena
e crescere e capi’
credere ancora all’amore
farsi portare un po’ di più
oppure è tutta suggestione
questa vita.
Lunedì,
cerco Enrico
ma Enrico non si trova
forse è a casa
oppure in autostrada ancora
noi che corriamo troppo
in questa solitudine.
E allora sì
che vale ‘a pena
e vivere e suffri’
e allora sì
che vale ‘a pena
e crescere e capi’
credere ancora all’amore
farsi portare un po’ di più
oppure è tutta suggestione
questa vita