vicino, vicino…

 

 

IMG_3054 IMG_3053 IMG_3052 IMG_3051 IMG_3050 IMG_3055 IMG_3049

.succede che qualcuno ti dica,

“esci? facciamo quattro passi”; “prendiamo la macchina?”; “no, andiamo a piedi”; “mmm, va bene dai”; usciamo e sono qui, in questo posto, a pochissime centinaia di metri da casa mia. allora comincio a fare foto, mentre camminiamo. “perché stai fotografando il posto nel quale vivi?” ” Così, perchè forse non ci crederai, ma io questa passeggiata non lo faccio mai. eppure sono dietro casa. ad un passo da casa mia. lo so”.

Perchè penso sempre che per rilassarmi davvero, devo avere davanti il mare, il mio mare, sentire il suo profumo, farmi accarezzare dalle onde, fissare l’orizzonte, lasciarmi affascinare dai suoi movimenti, dai suoi mutamenti. io amo il mare, quando è calmo, quando è agitato, quando c’è la bassa marea e quando c’è l’alta marea, quando si riflette il sole che sorge, quando si riflette il sole che tramonta, quando le nuvole gli camminano sopra, quando piove e lo punzecchia.

io amo il mare e sono sicura che il mare ama me.

però oggi questo bel fiume, mi ha rilassato, mi ha fatto star bene. forse perchè questo fiume andrà nel mare, si ricongiungerà al mio mare.
questo fiume oggi ha placato le mie inquietudini. quel verde, lo scorrere sui sassi, il cambiare colore mentre cambia profondità, gli alberi che lo accompagnano e lo proteggono.

è vero, a volte abbiamo in tasca qualcosa ci fa stare bene e non lo vediamo, non lo sentiamo…

forse dovrei venirci più spesso, forse ci verrò più spesso, mentre aspetto di rivedere il mare, il mio mare.