io me le ricordo quelle donne

nessunotocchiRosaliaMicrosoft Word - obr4jpostertemplate_8.5x14.doc

Le date tendo a scordarle, i compleanni, le assemblee, le scadenze, anzi non le scordo, le rimuovo.
Nei miei ricordi non fisso mai un evento a una data; odio le festività, le ricorrenze perchè è come se in quel giorno devi per forza essere triste o felice,
Oggi è il 25 novembre, il giorno della lotta contro la violenza sulle donne e oggi, ovunque, chiunque nel mondo ha qualcosa da dire contro il #femminicidio o qualsiasi forma di violenza fisica, psicologica, morale contro una donna in quanto donna.
Ma questa cosa, non so perchè oggi mi irrita, forse perche tanti di quelli che oggi hanno scelto uno slogan, un video, un messaggio, un immagine per ricordare che la violenza è sbagliata, poi oltre al 25 novembre che fanno? perchè molti possono fare e invece siamo qui a ricordare dei numeri…
Le vittime del 2013, del 2012, del 2014… sono di più, sono di meno, sono diverse, sono tutte uguali….
Allora io oggi voglio dedicare un pensiero a quelle donne delle quali mi ricordo il volto, la storia, il nome…
Del libro di Riccardo Iacona, “se questi sono gli uomini” , le storie me le ricordo tutte e di ogni donna mi immaginavo il momento della sua morte, il terrore, il non essere niente davanti a degli occhi iniettati di odio di quell’uomo che avevano amato, lasciato, rifiutato.
Mi ricordo di più quelle che avevano dei bambini e quando l’età di quei bambini era simile a quella dei miei, mi prendeva un senso di angoscia… perchè mi immaginavo il futuro stracciato di quei bambini, che avevano visto ammazzare come un cane la loro madre…
mi ricordo di quelle ragazze più giovani, che le foto su fb spesso ritraggono belle e sorridenti e quella bellezza l’avevano pagata cara, quel sorriso a tratti spavaldo di chi sa di essere bella era stato spento per sempre, perchè non era più rivolto a quell’uomo che avevano amato, lasciato, rifiutato
mi ricordo di quelle signore che avevano cercato di rifarsi una vita, ma quella che avevano trovato dopo era stata la peggiore che potesse loro capitare… dalla padella alla brace…alla morte.
Mi ricordo molti nomi e molti volti, mi ricordo storie di donne, donne come me
Mi ricordo anche le storie di quei pochissimi uomini che hanno accettato poi di farsi aiutare, di cercare di raccontare perchè.. solo che quel perchè racconto da quei pochi, pochissimi uomini che accettano di farsi aiutare era assurdo per me, un delirio dal quale capivo che nessuna donna può sfuggire quando cade in quella visione, in quel delirio.
Ma il l femminicidio non è certo un fenomeno dei nostri tempi, anzi tutt’altro, è nato nella notte dei tempi ma ancora non riusciamo a spiegarlo, a comprenderlo, a combatterlo.
E’ un batterio che c’è nelle relazioni di coppia, un batterio che può avere diverse forme… si annida subito, forse si nasce con quel batterio, nel bambino che apprende comportamenti  stereotipati verso le bambine, nel fanciullo che cresce sentendosi biologicamente diverso da una fanciulla, nell’adolescente che cerca di affermare il suo ruolo di maschio ancora con la voce da bambino e trova una ragazza adolescente che è già donna, mentre è ancora bambina,
Nell’uomo che non è più l’uomo-capofamiglia-capobranco-capoclan non lo è più, nemmeno nel suo rapporto di coppia, anzi spesso incontra una donna che sostiene una famiglia da sola, che costruisce la sua vita, la sua identità senza essere la dolce metà di nessuno.
Perchè è questo il grande inganno: libri, poesie, narrativa, leggende tutto ci ha fatto credere che una donna dovesse trovare nell’amore la sua metà perfetta, il suo completamento, la sua appendice vitale e invece no, siamo esseri che viviamo tutta la vita, una storia individuale e qualche volta incontriamo dei compagni di vita che ci fanno immaginare di vivere anche noi quella love-story che da secoli ci propinano, libri, canzoni, film…
E invece PER SEMPRE non esiste, perchè nemmeno ognuno di noi non è uguale a sè stesso per sempre, perchè allora dovrebbe esserlo qualcuno che ci è accanto?
ma adesso sto divagando…
Volevo solo dedicare un pò del mio tempo a ricordare quelle donne, che mi sembra mi assomiglino tutte, che adesso non ci sono più… e chissà cosa pensavano mentre la morte le andava incontro, chissà….
me le ricordo, non solo il #25 novembre… come raccontano queste mie foto
stopfsiena SNOQsenonoraquando3IMG_5442nessunotocchiRosaliasenonoraquando2PostoOccupatosenonoraquando1