si chiamava Fortuna 

Fortuna si chiamava, povera piccola, La sua storia, la sua morte … Non riesco neanche a trovare le parole, che pure a me non mancano mai. Perché ogni parola ..ê vuota davanti a quello che le é accaduto. Una cosa che faccio quando commento un #femminicidio é immedesimarmi nella donna, di tutte quelle che ho letto, mi sono immaginata la vita, la storia è anche il momento nel quale veniva ammazzata, cercando di capire cosa passa nella mente di una donna mentre viene picchiata e poi ammazzata. E ci riesco ad immedesimarmi… Ma in lei, in Fortuna non ci riesco, mi prende un’angoscia enorme a immedesimarmi nella mente di una bambina che viene abusata da un uomo che le vive accanto, abusata e poi uccisa.., come cazzo si fa a immedesimarsi in quel piccolo cuore e a farsi attraversare da quella paura, quel dolore, quella bestialità? Era una bambina. Maledetto bastardo di un uomo! Era solo una bambina.

Un pensiero riguardo “si chiamava Fortuna 

I commenti sono chiusi.