Francesca e le altre…

francesca e giovanni
francesca e Giovanni

Non ho molto da aggiungere su tutto quello che ogni italiano onesto può pensare di giovanni falcone e su ogni uomo che per la lotta alla mafia ha perso la vita. Invece voglio pensare a Francesca, Francesca Morvillo una donna che ha che ha perso la vita per amore. eh sì che vivere in quelle condizioni, con la paura addosso, la scorta, la tensione, le immagini di morti ammazzati attorno a loro, deve essere stata dura. Francesca ha accettato di amare Giovanni in condizioni  disumane. Non era unica, no davvero, anche altre donne come lei hanno amato uomini che avevano dedicato al loro vita al servizio dello Stato. Cosa pensava Francesca? quanti dubbi e quanti tormenti? colei che ama un uomo che combatte la mafia, combatte anche contro se stessa, ne sono sicura. colei che ama un uomo che combatte la mafia deve accettare il fatto che quella lotta invade la sua vita, invade i pensieri stessi della coppia.  quella lotta, quel crederci lo deve condividere  assolutamente e non perché corre il rischio di rimanere vittima essa stessa, ma perché altrimenti non potrebbe sostenere il costo morale di una vita così. Francesca e le altre donne che hanno amato uomini che hanno combattuto la mafia rischiando e trovando la morte, sono sempre state donne sorridenti, con quel sorriso che serve a dare forza a sì stesse prima che a lui, sono state sempre state  donne serene, anche se con la paura accanto, sono sempre state determinate anche se conoscevano il mostro che avrebbe potuto porre fine alla loro felicità; sono state donne che da madri non hanno insegnato l’odio verso gli assassini del loro padre, ma a continuare a crederci.

Le voglio ricordare oggi, Francesca e le altre, le vorrei ringraziare per aver amato quegli uomini morti per migliorare la vita di tutti, morti per un senso di giustizia e legalità che  a troppi suscita ancora indifferenza se non anche fastidio, incomprensione.  Le vorrei ringraziare Francesca e le altre, perchè quegli uomini morti anche per me, li hanno amati anche a nome mio.

 

Annunci

Sebastiano Zanolli e la scoperta della creatività a Nove

Immagine
con sebastiano… tra le ceramiche di Nove

A Nove, “terra della Ceramica”

Una serata a parlare di “creatività” insieme a ragazzi e ragazze che hanno partecipato ad un interessante progetto appunto sulla Creatività. Special guest Sebastiano Zanolli manager, scrittore, formatore, pensatore, comunicatore.

www.sebastianozanolli.com

seba
Immagine Sebastiano Zanolli

Molti spunti interessanti, riflessioni argute, considerazioni geniali.

questa secondo la frase chiave della serata, riportata da Sebastiano:

Se si escludono istanti prodigiosi e singoli che il destino ci può donare, l’amare il proprio lavoro (che purtroppo è privilegio di pochi) costituisce la migliore approssimazione concreta alla felicità sulla terra: ma questa è una verità che non molti conoscono”, da LA CHIAVE A STELLA di Primo Levi .

E’ una grande verità che non molti conoscono, nemmeno quelli che amano il proprio lavoro, invece è la chiave di tutto. In questi tempi così bui dove il lavoro è sinonimo di qualcosa che sempre si accompagna ad un’accezione negativa: il lavoro che non c’è, il lavoro precario, il lavoro nero, il lavoro non pagato, il lavoro raccomandato, il lavoro non più cercato, il lavoro umiliato,  illavoro ricattato…

e invece Seba stasera è riuscito a farlo diventare un sogno, il sogno di poter cercare, trovare e far diventare lavoro il talento, qualsiasi talento che c’è in ognuno di noi. Perché lui ne è convinto, ognuno ha dentro di sè un talento,” una speciale predisposizione innata per qualcosa.”

Io non so se i ragazzi e le ragazze premiati stasera per le loro opere d’arte, per le loro creazioni, pensano di aver trovato il loro talento, ma certamente questo evento ci convince che tutti nella vita meritano di trovare la loro strada o che comunque quella strada non bisogna mai smettere di cercarla.

Molto brava, la mia amica Valeria Ferraro che conosco per altre esperienze passate e condivise sul sociale, impegnata in questo evento come consigliere nel Comune di Nove.
Così anche il Sindaco di Nove, Manuele Bozzetto, che in questo progetto ci crede molto perché sa che ogni ragazzo o ragazza è una risorsa che fa bene alla comunità.
Questa serata nasce da un progetto “Impara l’arte” http://youtu.be/W2AjlKwXBjs .
http://www.comune.nove.vi.it/upload/bando_impara%20l’arte%20def.pdf‎

Immagine
volantino serata